Dettaglio Notizia


Caro Angelo???.Magna Grecia o magna magna ?

inserita il 23 /09 /2008

4623 Letture


 

Caro Angelo???.Magna Grecia o magna magna ?
 
 
Tempo fa ti dicevo che, secondo me, la forza dell?America sono : le scuole, le universit?, la formazione e la ricerca . Tutte cose che, questo meraviglioso Paese, ha nel proprio DNA. Ti ricordi vero ?
Poi ho provato a pensare quale potrebbe essere la forza della nostra amata Calabria e, mi sono convinto che, nel bene o nel male, sia la ?ndrangheta. Gi?, proprio cos? !
Mi sono convinto che la ?ndrangheta non ? figlia del sottosviluppo; per il semplice fatto che ne ? la Madre ! Madre puttana, ma sempre madre !
Un bravo cantautore meridionale, racconta che : ?questi figli della Magna Grecia, su un treno per Milano, che partono contadini ed arrivano terroni ?!
Questa la dice tutta !
Oramai, credo che di Magna Grecia, nel sangue di noi calabresi sia rimasto ben poco. Se oggi, alle olimpiadi ,ci fosse una disciplina del ?salto del carro?, noi calabresi, occuperemmo l?intero podio: Primo, secondo e terzo posto.
Una volta pensavo che noi, calabresi, avessimo perso il senso del dovere, mantenendo bello saldo quello dei diritti. B?, caro amico mio, mi sbagliavo ! I calabresi, non sanno pi? nemmeno pretendere i propri diritti, non sanno chiederli, non sanno guadagnarseli. Hanno scoperto che ? facile passare al ?per piacere?. Non si va in ospedale a fare la fila, ma si cerca l?amico all?interno per aggirarla e poi, fieri, si girano a guardare quelli che aspettano.
Qualsiasi cosa bisogna fare, in Calabria, si cerca sempre ?l?amico?: in ospedale, al catasto, alle poste, in banca, in comune, ecc.
Nel 2008, questa ? la mentalit? dei figli della Magna Grecia !
Ovviamente e purtroppo, figli di questa Magna Grecia sono anche i politici, sicuramente nati da ?quella madre?, ma, purtroppo, nati.
Su questa gente sarebbe da scrivere un libro senza fine e, purtroppo, ci vuole tempo.
Ma, se lo sottosviluppo ? figlia della ?ndrangheta, i politici, nati dal sottosviluppo, sono nipoti.
Questi nipoti, diciamo cos?, della Magna Grecia, stanno gestendo una regione peggio di come gestiscono il proprio giardino (meglio prendere ad esempio il giardino, rispetto alle?. Famiglie).
La Calabria, i calabresi, non votano il politico che lavora per il bene dei propri elettori, ma votano il politico che elargisce pi? favori o quello che ? pi? bravo a prometterli. Come dire : ?Tu dai una cosa a me ed io ne do una a Te?. Prima o poi, qualcuno si ricorder? che , in Italia, esiste un reato che si chiama ?voto di scambio- .
Ovviamente questa pratica porta a dei paradossi ridicoli. Per esempio, non si ? mai capito come nella nostra regione esiste il maggior numero di operai forestali (12.000), pagati per prevenire gli incendi e la stessa Calabria ? la regione con il pi? alto numero di incendi.
Per?, caro Angelo, questi politici lavorano e si impegnano;  assumono i famigliari , parenti, amici, spostano consiglieri ed assessori. Aspettano a fare un concorso e lo rinviano di anni, fino a quando il figlio del primario non si ? laureato, ecc. Ma se i nipoti, sono??., figli dei figli di quella madre,  i pronipoti non sono certo delle aquile!
Per?, proprio perch? si vive con l?amico e per l?amico, si abbassa sempre la testa .
E loro, i politici, sono convinti di gestire un feudo; sono convinti di essere ancora in monarchia e non in Democrazia e quindi, aspettano che i figli crescano o si laureano , per ?abdicare?  a loro favore.
Se qualcosa va storto??si fa un rimpasto; la giunta regionale Calabrese credo sia oramai ad una decina di rimpasti. Cio? se qualcuno si lamenta o viene arrestato, si sostituisce con un altro, non importa il colore politico, destra, sinistra, non ha importanza, l?importanza e che stia buono. Un accordo si trova sempre . Una promessa si pu? sempre fare. Tanto cosa vuoi che importi ai calabresi se la propria regione ? quella che ha meno porti per chilometri di costa, meno strade, meno aeroporti per abitanti e se ? quella regione che ha il reddito procapite tra i pi? bassi d?Italia.
Questi, caro amico mio, sono solo dettagli e poi, che i calabresi non vengano a lamentarsi, perch? lavoro c?? ne a volont? e chi non lavora ? solo perch? non sa essere amico del politico della zona.
Allora vive male!
 Deve andare via, non pu? fare parte dei ?privilegiati?,di quelle persone che  potranno aspirare ad avere un Bar, un negozio, una pompa di benzina, un occupazione in un ufficio pubblico, ecc. .
Quindi, caro Amico Mio, come vedi sarebbe ora di smetterla  di riempirci la bocca con questa ?Magna Grecia?, perch? non ci ? rimasto pi? nulla. Oramai, la nostra regione ? un teatro, nel senso che tutti recitano e non si capisce pi? quale sia la vera realt? . Qui i poveri si atteggiano a ricchi; i ricchi fanno finta di essere poveri; i delinquenti vorrebbero passare per brave persone e le brave persone devono atteggiarsi a delinquenti, oppure andarsene. Le persone intelligenti  si eclissano e gli imbecilli (ma nel vero senso di Stupidi), occupano posti di rilievi ed incarichi : presidenze di vari enti pubblici, assessorati, incarichi nelle varie comunit? montane e, chi pi? ne ha pi? ne metta. Poco importa se poi durante interviste ?telekabuliane?, per quanto costruite ad arte, non si riescano a mettere in fila due congiuntivi. Ma si chi se ne fotte !
Questa ? la nostra amata Calabria !
Altro che Magna Grecia; qui ci siamo trasformati in un ?Magna Leccaculismo ? e, purtroppo, questo partito ? in forte espansione.
Un abbraccio ed a presto !

 

Autore Mimmo Capano
clicca sul grillo per tornare indietro

 

 

 

 

 

   

 
   
   
   

Tutte le informazioni, le foto e le poesie sono state gentilmente concesse da alcuni paesani, ne è pertanto vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione.
Copyright © 1999-2015"La piazza di San Sostene" di Stefano Procopio. Tutti i diritti riservati.

Oggi è

5 user online
Disclaimer
5 user online
5 users are at:

 

 

Il tuo IP è